“La primavera del rispetto” invade piazza Nettuno

giardinieri di civiltà in piazza nettuno

giardinieri di civiltà in piazza nettunoI bambini hanno donato bulbi di gladiolo per invitare tutti a farsi “giardinieri di civiltà”

Chi ha attraversato piazza del Nettuno stamattina si è trovato a ricevere un insolito regalo: un bulbo di gladiolo, incartato in una confezione che ricicla i sacchetti con cui giunge il pane nelle mense scolastiche, con un’etichetta disegnata dai bambini delle scuole elementari. Assieme a un volantino, che spiegava il perché del dono distribuito dai giovani “attivisti”: il gladiolo rappresenta simbolicamente il rispetto, quel rispetto per le persone e per i beni comuni di cui spesso anche a Bologna si avverte la mancanza. L’invito è quello di piantarlo e farlo crescere, e contemporaneamente, coltivare la bellezza della città, la cortesia verso gli altri e il rispetto per l’ambiente. Non solo metaforicamente, i bambini hanno esortato a trasformarsi quindi in “giardinieri di civiltà”. Come il gladiolo ha bisogno di cure per crescere, così una città ha bisogno dell’affetto dei suoi abitanti per essere accogliente. L’auspicio è che Bologna torni ad essere capitale del senso civico in Italia, esempio di una società costruita sulla fiducia negli altri, sul rispetto della legalità, sulla coscienza dei propri diritti ma anche dei propri doveri.

I bulbi di gladiolo sono stati distribuiti anche in 60 scuole dell’infanzia ed elementari. Nei prossimi mesi ne dovrebbero fiorire 15.000. L’iniziativa, giunta al secondo anno, vuole anche richiamare l’attenzione alla Basilica delle Sette Chiese di Bologna con l’invito a contribuire al suo restauro.

Leggi tutto ““La primavera del rispetto” invade piazza Nettuno”