Condominio via Erbosa 7

In una società dove “assemblea condominiale” è spesso sinonimo di lite, toni alti, alzate di spalle, di ricerca ad ogni costo del proprio tornaconto personale, la storia del condominio di via Erbosa 7 suona come una favola.
All’inizio dell’estate, in assemblea, i due condomini che, abitualmente  e con la fiducia di tutti, durante il corso dell’anno si occupano della cura e del benessere giardino condominiale hanno fatto presente agli altri che, a causa delle partenze per ferie e vacanze, non potevano assicurare l’abituale impegno per tutta la durata dell’estate. In risposta a questo stato delle cose, gli altri inquilini hanno dimostrato spontaneamente la volontà di contribuire a loro volta in questa attività, stabilendo un calendario di turni in cui ciascuno curava le aree verdi per una piccola parte, in giorni prestabiliti.
“Un contributo che non è costato fatica a nessuno” racconta Nino Pizzimenti, abitante del condominio ”se non il piacere di bagnarsi i piedi per annaffiare le piante nel caldo estivo. Naturalmente abbiamo irrigato, poi , solo nelle ore serali, per ridurre al minimo l’evaporazione e per favorire anche un’ottica di risparmio idrico”.
Tante le personalità dei condomini, ma l’accordo ha funzionato: al punto che alla fine del periodo di cura condivisa del giardino, si è deciso di terminare l’esperienza con una grande grigliata collettiva, una vera e propria festa condominiale alla quale moltissimi hanno partecipato. “Con l’augurio che già dalla prossima occasione si possa trasformare in una festa di strada, coinvolgendo tutti i condomini della via”. Certo l’iniziativa ha favorito la conoscenza reciproca, pur mantenendo i caratteri di ciascuno: nelle parole degli inquilini si tratta semplicemente di coltivare una civile convivenza tra chi divide lo stesso palazzo o la stessa strada.